Cos'è e a cosa serve la Graston Technique

La  Graston Technique®  è una metodica utilizzata per trattare i tessuti molli quali i muscoli e le fasce che li avvolgono. E' una tecnica utilizzata negli Stati Uniti da oltre  20 anni. Finalmente è possibile usufruire di questa tecnica anche presso il nostro Ambulatorio Fisiomedical Caravaggio.

In quali ambiti può essere usata la Graston Technique®?

La Graston Tecnique viene utilizzata maggiormente per trattare la muscolatura e le strutture fasciali nelle quali i muscoli sono avvolti. In conseguenza di traumi, infortuni o stati dolorosi,  il muscolo può contrarsi e le fasce possono perdere la loro capacità di scorrimento e quindi rendere il movimento meno efficace. Il metodo nasce con l'obiettivo di mobilizzare il tessuto fasciale, rilasciare le sue restrizioni ed aumentare i processi riparativi di una determinata zona tissutale.
Questi problemi possono dare origine a dolore, il quale potrebbe portare a restrizioni del movimento, causando  difficoltà funzionali.
La Tecnica Graston può riportare la muscolatura alla sua elasticità naturale. Si può ridare capacità di scorrimento alla fascia permettendo così di allentare le tensioni.
Allentando la tensione della Fascia diverrà più funzionale l'attività muscolare. Su questo si basa la Graston Technique®.

Come funziona la Graston Technique®?

La tecnica viene effettuata tramite l'utilizzo di 6 strumenti in acciaio di forme diverse. Il bordo curvilineo degli strumenti brevettati della Graston Technique®  si combina con le loro forme concave/convesse per meglio adattarli ai vari distretti corporei. Questo design consente facilità di trattamento, minimo stress manuale per il terapista e massima penetrazione tissutale.
Gli strumenti della Graston Technique®, similmente ad un diapason, risuonano nelle mani del clinico permettendogli di isolare aderenze e restrizioni, manipolandole con precisione.
Variano a seconda delle zone da trattare o della tipologia di tecnica da utilizzare. E' una terapia indolore, che si integra perfettamente con altre tecniche utilizzate in  terapia manuale.
I sei strumenti, come detto, hanno forme e dimensioni diverse.
Alcuni hanno forma concava come il GT1, GT2, GT5 e il GT6. 
Questo permette di poter lavorare sui grandi muscoli e superfici estese.
Nelle zone più piccole, come per esempio sul Tendine di Achille, fra le dita (piedi e mani) oppure sul bicipite brachiale con il GT2 o il GT6.
Il GT3 permette di lavorare bene intorno alle  sporgenze ossee come la rotula o sui tendini. Mentre il GT4 di forma convessa permette di lavorare su molte strutture andando maggiormente in profondità.

Su che tipo di problematiche può essere utilizzata la Graston?

La Graston Technique ha un campo di applicazione molto ampio. Gli sportivi traggono giovamento, dal lavoro che si può svolgere con la Graston, sulla muscolatura sia come "scarico" sia  per il trattamento di rigidità e di taluni problemi che assillano periodicamente chi pratica Sport (fasciti, borsiti, tendinopatie, contratture e problematiche muscolari di vario grado). Altre indicazioni terapeutiche sono:

  • distorsione cervicale (dolore al collo)
  • sindrome del tunnel carpale (dolore al polso)
  • epicondilite laterale (gomito del tennista)
  • tendinosi della cuffia dei rotatori (dolore alla spalla)
  •  tendinosi all'Achilleo (dolore alla caviglia)
  • tessuto cicatriziale
  • sofferenza medio-tibiale
  • stiramenti lombari (mal di schiena)
  •  fascite plantare (dolore al piede)
  •  epicondilite mediale (gomito del golfista)
  • sindrome rotulea (dolore al ginocchio)
  • fibromialgia
  • dito a scatto.

Gli effetti sono i seguenti: riduzione del sintomo (ad esempio in caso di dolore), una maggiore espressione sia di forza sia di flessibilità (migliore elasticità e scorrevolezza del tessuto) e di conseguenza un ridotto rischio di infortuni grazie al riequilibrio di tensioni fasciali anomale che possono svilupparsi in qualsiasi distretto corporeo.

Ma cos'è la fascia?

La fascia è composta da una serie di membrane di tessuto connettivo che proteggono un organo o un complesso di organi ed hanno funzione di nutrimento. Le fasce avvolgono e sostengono ovviamente anche i numerosi muscoli del corpo e per fare sì che questi possano essere forti e flessibili è necessario che gli strati della fascia riescano a scorrere tra di loro. Infatti una delle funzioni fondamentali della fascia è proprio la trasmissione di forze: fino al 30-40% della forza generata da un muscolo viene trasmessa dal tessuto connettivo che lo avvolge. Questo spiega quindi l' importanza della salute del tessuto fasciale.

Un po' di storia

Nel 1994 la  TherapyCare Resources Inc, azienda Capogruppo della Graston Technique®, aprì un ambulatorio a Indianapolis, dove vennero raccolte informazioni sui risultati ottenuti da vari casi di lesioni croniche ed acute. Cinque anni dopo, l'azienda iniziò a concentrarsi nell'insegnamento e nella formazione di operatori e nella ricerca.
Oggi ci sono più di 21.750 medici in tutto il mondo, tra cui terapisti, chiropratici e preparatori atletici che utilizzano il protocollo Graston Technique®  per rilevare e trattare le disfunzioni del tessuto molle. Ci sono inoltre più di 366 organizzazioni sportive professionali ed amatoriali e circa  2.540 strutture ambulatoriali che utilizzano la GT.
Graston Technique®  fa parte del programma di studi in  42 prestigiosi college ed università  ed ha partecipato o è coinvolta in progetti di ricerca presso l'Indiana University, il Texas Indietro Institute e il St. Vincent Hospital di Indianapolis.
Oggi, dopo oltre 20 anni di successi negli Stati Uniti, la Graston Technique®  è approdata in Italia.

Richiedi Informazioni

Chiama il centralino di Fisiomedical Caravaggio per richiedere le informazioni di cui hai bisogno, oppure scrivi un'email all'indirizzo di seguito indicato:
06-5940940

News

La Fascite plantare: cos'è, sintomi, cause e come curarla

10-10-2019

La fascite plantare è una patologia infiammatoria della fascia che ricopre la muscolatura della pianta del piede, la... continua

Cos'è e a cosa serve la Graston Technique

22-05-2019

La Graston Technique® è una metodica utilizzata per trattare i tessuti molli quali i muscoli e le fasce... continua

Ossigeno-ozono terapia para-vertebrale nel trattamento dell'ernia del disco

11-03-2019

L'Ossigeno-Ozono Terapia para-vertebrale rappresenta il più efficace approccio conservativo nella cura dei dolori conseguenti a conflitto disco-radicolare. In... continua