La Spina Calcaneare

spina-calcaneare.jpgLo Sperone Calcaneare è una esostosi, cioè una crescita ossea, più o meno appuntita, della tuberosità calcaneare.

 Anatomia essenziale 

Il calcagno è il più grande osso del piede e costituisce il tallone. E´ situato in posizione infero-laterale rispetto all'astragalo, l' altro osso della fila prossimale delle sette ossa tarsali. E´ sede di inserzione di numerosi legamenti e tendini tra cui, il più importante è il tendine d'Achille. Esso origina dai muscoli del polpaccio e si inserisce sulla parte posteriore del calcagno, in corrispondenza della tuberosità calcaneare.

 Eziologia e fattori di rischio

Il calcagno è ben progettato per sostenere forze di trazione, flessione e compressione elevate. Tuttavia, costanti sovraccarichi possono indurre ad infiammazione e degenerazione del tallone. L'organismo reagisce con depositi di calcio localizzati nei punti di maggiore sovraccarico che, a lungo termine, determinano la formazione dello sperone osseo.

Lo sperone calcaneare è uno dei disturbi più comuni associati ai dolori dei piedi. L'incidenza aumenta con l'età. Si presenta più frequentemente nelle persone di sesso femminile. Altri fattori che incidono sono: il sovrappeso, alcuni tipi di attività lavorative che prevedono lunghi tempi in piedi o deambulando, calzature non adatte, postura forzata, rigidità del piede, deformità del piede (piede cavo, piede valgo, etc.), fascite plantare ed artrosi.

Diagnosi clinica e differenziale

Uno sperone calcaneare in se non è il responsabile dei sintomi che, piuttosto, vengono determinati dall'infiammazione dei tessuti connettivi circostanti. La diagnosi si basa principalmente sull'esame clinico. La posizione del dolore e l'assenza di sintomi associati che indicano altri tipi di malattie, facilitano notevolmente la diagnosi. Il dolore al tallone può essere "pungente" ad ogni passo, portando il soggetto alla sensazione di camminare sui chiodi. Il dolore inizialmente è mattutino, ai primi passi. Successivamente, con il cronicizzarsi della patologia, la sintomatologia tende a presentarsi anche durante la giornata, meno con il tallone in scarico. Il medico può confermare la diagnosi clinica con un'esame strumentale. Il più indicato è la radiografia che identifica bene la zona calcifica. Più rara, ma talvolta prescritta, è la risonanza magnetica o l'ecografia dei tessuti molli adiacenti.

Terapia

Il trattamento dei pazienti con sperone calcaneare è un processo lungo che richiede pazienza ed applicazione da parte del terapista e del paziente. In base alle caratteristiche del dolore e alla fase degenerativa ed infiammatoria in corso è importante optare per il metodo di trattamento più efficace.

Nella fase iniziale, allo scopo di ridurre l'infiammazione, il fisioterapista può avvalersi di terapie strumentali quali la ionoforesi, gli ultrasuoni (in particolare il crio-ultrasuoni) combinato alla laserterapia Hilt, Tecarterapia, Papimi. Contemporaneamente al paziente è consigliato il riposo, cambi di calzature ed eventuali utilizzo di ortesi o talloniere di silicone.

Nella fase più avanzata, nella quale lo sperone calcaneare consolida la sua struttura, le onde d'urto radiali possono migliorare notevolmente il benessere dei pazienti e talvolta risolvere il problema definitivamente. Il medico, in caso in cui il dolore dovesse persistere, può prescrivere la terapia farmacologica con antidolorifici ed antinfiammatori orali o, talvolta, con infiltrazioni locali. Qualsiasi approccio voglia essere utilizzato, il fisioterapista consiglia sempre al paziente un'indagine posturale tesa ad evidenziare eventuali squilibri e/o sovraccarichi che sono alla base del problema. A tal proposito, sono indicati esercizi di ginnastica posturale individuale e di stretching, in particolare del comparto muscolare posteriore, dalla pianta del piede alla colonna vertebrale. Ad essi seguono un'indagine baropodometrica ed eventualmente la prescrizione di plantari, consentendo al soggetto di allievare la pressione nella regione interessata al sovraccarico.

Quasi tutti i pazienti rispondono positivamente alla terapia conservativa. Tuttavia, quando tutti gli altri trattamenti falliscono, la chirurgia diventa l'unica soluzione praticabile per risolvere definitivamente il problema. Essa prevede la rimozione dello sperone calcaneare ed è una procedura sicura con complicazioni minime.

Richiedi Informazioni

Chiama il centralino di Fisiomedical Caravaggio per richiedere le informazioni di cui hai bisogno, oppure scrivi un'email all'indirizzo di seguito indicato:
06-5940940

News

La Sciatica

18-09-2020

Il termine sciatica è arcaico ed abbastanza confuso. Esso, infatti, può essere riferito più ad un sintomo che... continua

La Spina Calcaneare

4-08-2020

Lo Sperone Calcaneare è una esostosi, cioè una crescita ossea, più o meno appuntita, della tuberosità calcaneare. Anatomia... continua

Tomografia Elettrolitica Extracellulare

29-07-2020

Il Tomeex, o Tomografia Elettrolitica Extracellulare, è un dispositivo medico diagnostico non invasivo che valuta i processi infiammatori... continua