Tunnel carpale

La sindrome del Tunnel Carpale è una patologia che riguarda il polso, cioè la regione anatomica che unisce l'avambraccio alla mano. Tra i nervi presenti in questa zona anatomica, il nervo mediano è quello implicato in questo tipo di disturbo. Il Tunnel Carpale è una neuropatia da intrappolamento progressivo del nervo mediano, che appunto risiede nel polso. Quest'ultimo è costituito da tre articolazioni: articolazione radio-carpica, articolazione medio-carpica ed articolazione radio-ulnare distale.  Il nervo mediano passa, insieme ai nove tendini flessori delle dita, attraverso il tunnel carpale. Rappresenta un passaggio stretto e rigido costituito dal legamento trasverso del carpo e dalle ossa della base della mano.

La compressione del nervo mediano nel tunnel carpale interrompe la barriera nervosa del sangue causando edema, infiammazione e fibrosi dei tessuti connettivali circostanti.Successivamente può venire a mancare la copertura mielinica del nervo con danno conseguente agli assoni. Ciò può determinarsi per vari motivi: inspessimento del legamento trasverso del carpo, infiammazione con edema dei tendini o in risposta a ripetute sollecitazioni meccaniche.

La sindrome del Tunnel Carpale è caratterizzata da formicolio intermittente, dolore o sensazione alterata che colpiscono le dita nella distribuzione del nervo mediano e cioè pollice, indice, medio e metà radiale dell'anulare. Il dolore si accentua di notte e nel tempo, gradualmente può peggiorare. Il paziente avrà difficoltà ad eseguire lavori con le dita come stappare una bottiglia o lavorare a maglia. Successivamente si possono notare anche atrofia e conseguente debolezza dei muscoli posteriori e laterali in particolare.

La diagnosi clinica viene realizzata con i segni di Tinel, di Phalen o l'applicazione della pressione sul nervo mediano gonfiando uno sfigmomanometro sul polso. Ma può ealizzarsi anche una diagnosi strumentale mediante una radiografia, elettromiografia, risonanza magnetica o l'ecografia della mano.

Terapia

Il trattamento del tunnel carpale prevede un approccio di tipo conservativo. L'obiettivo è quello di fornire un sollievo dal dolore e, possibilmente, una protezione del nervo mediano da un ulteriore deterioramento. Il tipo di terapia dipende dalla gravità dei sintomi e dal grado di limitazione funzionale. Si consiglia dunque il riposo (riduzione per un paio di settimane delle attività attive della mano), l'uso di farmaci antinfiammatori, vitamina B6 (200 mg al giorno), splint in posizione neutra del polso e fisioterapia. Quest'ultima comprende metodiche manuali praticate dal fisioterapista, come la chinesi passiva, stretching e poi rinforzo dei muscoli ed esercizi attivi assistiti, che mirano al recupero dell'articolarità e della funzionalità sensitiva, motoria e propriocettiva dell'arto colpito. Il terapista può avvalersi di terapia strumentale a scopo antinfiammatorio come le correnti Tens, Ultrasuoni, Laser Hilt, Tecarterapia, Enerpulse Papimi.

Richiedi Informazioni

Chiama il centralino di Fisiomedical Caravaggio per richiedere le informazioni di cui hai bisogno, oppure scrivi un'email all'indirizzo di seguito indicato:
06-5940940

News

Tomografia Elettrolitica Extracellulare

29-07-2020

Il Tomeex, o Tomografia Elettrolitica Extracellulare, è un dispositivo medico diagnostico non invasivo che valuta i processi infiammatori... continua

La sindrome del Tunnel Carpale

15-07-2020

La sindrome del Tunnel Carpale è una neuropatia da intrappolamento progressivo del nervo mediano. Anatomia essenziale Il polso... continua

L'Epicondilite

9-07-2020

L'epicondilite è stata rinominata ultimamente "Epicondilalgia" poichè si tratta di un disturbo degenerativo muscolo-tendineo dell' apparato estensore... continua